Dove dormire a Rio Dulce: vi consiglio El Tortugal!

Devo ammettere che ho avuto qualche difficoltà nella scelta della struttura in cui soggiornare a Rio Dulce. Innanzitutto, sui maggiori siti di prenotazione on-line ho notato che c'è davvero poca scelta per chi viaggia low-budget e poi il rapporto qualità/prezzo mi è sembrato piuttosto basso. 

Così, chiedendo a chi a Rio Dulce c'era già stato, ho scoperto che El Tortugal, consigliato anche da Lonely Planet, è davvero eccezionale.
 
Ho quindi contattato via mail la struttura, per chiedere se ci fosse disponibilità, da lì a breve, nella cosiddetta Casa Natural. Ho ricevuto risposta nell'arco di poche ore: purtroppo quel tipo di sistemazione sarebbe stata disponibile solo l'ultimo giorno della mia permanenza, ma i primi due, se volevo, potevo stare nel Ranchito. 

Ho dunque prenotato, anche se per dormire lì ho speso circa 10 Euro a notte, ovvero quasi il doppio che in altri posti in Guatemala.

Devo dire, tuttavia, che entrambe le sistemazioni mi hanno sorpresa favorevolmente: si sono infatti rivelate davvero molto particolari!

Ecco qualche foto della Casa Natural, dove ho avuto a disposizione una camera singola con tanto di zona relax:

 



E qualche foto anche del Ranchito, sistemazione in condivisione (vi sono quattro letti, come in un piccolo dormitorio) che rappresenta ciò che si può proprio definire open-air accomodation; se vi piace il contatto con la natura e volete svegliarvi ascoltando il canto degli uccelli, oltre al fruscio dell'acqua del fiume che scorre, è proprio ciò che fa per voi.



La struttura - che offre anche un ristorante e una piccola marina - è senz'altro eco-friendly, integrata com'è nell'ambiente in cui si sviluppa, a ridosso del fiume e della foresta.

Ritengo, inoltre, che la sua ubicazione sia semplicemente perfetta, soprattutto per chi è alla ricerca di un ambiente tranquillo, ma non vuole essere isolato dal centro di Rio Dulce.


Attraverso un sentiero che si snoda in mezzo ad una fitta vegetazione è infatti possibile raggiungere il centro della città in un quarto d'ora. Chi non ha voglia di camminare può usufruire dei passaggi lancia, offerti gratuitamente dalla struttura ogni due/tre ore, ad orari stabiliti.

Ho anche apprezzato il fatto che la struttura metta a disposizione degli ospiti tre kayak, sempre gratuitamente. Una volta lì, mi sono detta: << Perché non provare a raggiungere il Castillo de San Felipe?>>.

Se mi trovassi in Guatemala, non avrei dubbi... A Rio Dulce, sceglierei El Tortugal! E voi? 
 
Sito internet: www.tortugal.com
 
 
 
Vuoi vedere altri scatti di Rio Dulce e della navigazione fino a Livingston? Segui il link e se ti va metti mi piace sulla pagina facebook di My way, around the world.
 


Nessun commento:

Dimmi la tua lasciando un commento...