Hoian e dintorni: 5 cose da non perdere!


Di Hoian si può dire di tutto. Si può dire che è finta. Si può dire che è costruita. Si può dire che è costruita per i turisti, come me e come voi. Si può dire che è un'ottima imitazione di ciò che rappresenta il Vietnam di un tempo nell'immaginario comune. Si può dire che non ha nulla di autentico. Sta di fatto che Hoian - come ho già avuto modo di scrivere - è semplicemente bella e rappresenta una tappa imperdibile se vi trovate nel Paese. Da non trascurare, inoltre, i dintorni della cittadina...

Cosa c'è di così imperdibile ad Hoian e dintorni?


1) Il centro storico. Il centro storico di Hoian, effettivamente, è davvero pittoresco, il più pittoresco che ho incontrato attraversando il Vietnam. Un fiume lo divide in due metà, entrambe fatte di viali, vicoli e vicoletti nei quali perdersi è un piacere. La vocazione commerciale della città, che nel corso dei secoli ha visto passare mercanti provenienti da ogni dove, traspare nell'architettura degli edifici: tra le case tradizionali, alcune delle quali visitabili anche all'interno, le sale riunioni cinesi ed il ponte giapponese, che rappresenta forse il monumento più importante della cittàdina. E poi ci sono le librerie, le gallerie d'arte e le botteghe degli artigiani (noti soprattutto i sarti e i calzolai ai quali è possibile commissionare vestiti e scarpe su misura). A completare questo quadretto, dichiarato Patrimonio dell'Umanità nel 1999, non mancano locali e ristoranti nei quali degustare qualche specialità locale, come il Cao Lao.

Il centro storico di Hoian - Vietnam

2) La festa delle lanterne. Hoian è nota per la festa delle lanterne, che si tiene il quattordicesimo giorno di ogni mese lunare. Se state programmando un viaggio in Vietnam, fate in modo di essere in città per l'occasione, perché ne vale davvero la pena! Tutto ciò che dovete fare è raggiungere il centro storico e portarvi sul fiume, in particolare nella zona tra il ponte giapponese ed il ponte Cau An Hoi; il mio suggerimento è di muovervi non appena inizia a fare buio. Vedrete così un'infinità di lanterne di tutti i colori galleggiare sull'acqua. Ecco il calendario di quest'anno: 14 Settembre, 14 Ottobre, 13 Novembre, 12 Dicembre; per l'anno prossimo potete contattare la struttura in cui avete intenzione di alloggiare, che certamente saprà darvi conferma delle date.

Lanterne sul fiume ad Hoian - Vietnam


3) La campagna intorno alla città. Se volete farvi un'idea di ciò che c'è al di là del centro storico di Hoian, noleggiate una bicicletta e muovetevi verso i campi, verso le risaie. Vi troverete immersi in una quotidianità rurale, fatta di comunità che vivono in villaggi. Vedrete dove abita la gente, cosa fa per vivere.

Nelle campagne intorno ad Hoian... - Vietnam


4) Il mare. Oltre il centro storico di Hoian, oltre le campagne, c'è il mare. Dovete immaginare spiaggie lunghe, che si estendono per chilometri, sulle quali si gettano, impetuose, le onde. Non pensate a grandi nuotate, ma ad una bella passeggiata o ad un pomeriggio di relax sotto l'ombrellone, sorseggiando un drink.

Mare nei pressi di Hoian - Vietnam


5) Il sito archeologico di My Son. A 55km dal centro di Hoian si trova il sito archeologico di My Son, che rappresenta la più importante testimonianza del Regno di Champa, che è arrivato ad estendersi - tra il VII ed il XVsecolo - in tutto il Vietnam centro-meridionale. E' necessaria mezza giornata per visitarlo: sappiate che le agenzie di Hoian organizzano gite con andata in bus e ritorno in barca e che, in alternativa, è possibile noleggiare un motorino. L'ho trovato meno suggestivo di altri siti archeologici, forse a causa dei numerosi interventi di restauro, necessari tuttavia per preservare le rovine, tra l'altro pesantemente danneggiate durante la guerra contro gli USA.

Sito archeologico di My Son - Vietnam


Vuoi vedere altri scatti di Hoian? Segui i link e se ti va metti mi piace sulla pagina facebook di My way, around the world.


Nessun commento:

Dimmi la tua lasciando un commento...