Post

San Pedro de Atacama, Cile - Come mi sono organizzata!

Immagine
San Pedro de Atacama è un paesone polveroso che si trova nel nord del Cile, non lontano dall'Argentina e dalla Bolivia. Io ci sono arrivata proprio dall'Argentina, a bordo di un autobus notturno che sembrava non dover passare più ma che poi, quando ormai avevo perso ogni speranza, si è finalmente palesato. All'alba ero già sulle Ande, pronta ad attraversarle per la prima volta, per poi ritrovarmi nel bel mezzo di uno dei deserti più aridi del mondo.
Quando i primi raggi di luce si sono fatti largo e mi hanno colpita e svegliata, su quel sedile dove sono poi riuscita a prendere sonno, ho immediatamente percepito la maestosità delle montagne che potevo scorgere e che mi avrebbero accompagnata per i mesi a venire ovvero per quasi tutto il mio primo lungo viaggio in Sud America. Per un momento ho pensato che potesse essere merito del sole che stava sorgendo, ma in realtà sapevo benissimo che non era affatto così e che quelle montagne hanno di per sé qualcosa di unico, di inde…

Visitare le Cascate di Iguazù ovvero il paradiso in terra...

Immagine
Non so se avete mai pensato al paradiso. Non so nemmeno se crediate che esista un paradiso. In questo senso io non ho certezze, ma credo fermamente che il mondo custodisca dei luoghi che sono veri e propri eden ovvero paradisi in terra. E' a questo che ho pensato quando a maggio dell'anno scorso mi sono trovata di fronte alle Cascate di Iguazù, tra Argentina e Brasile.
Quel giorno ho visto milioni e milioni di gocce d'acqua nell'aria, le stesse gocce che ho sentito anche sulla mia pelle. Intorno a me si era infatti alzata una leggera foschia, interrotta da un'intensa luce che riusciva a farsi spazio creando meravigliosi arcobaleni. E quindi il getto e il rombo, incessante, ammaliante, emozionante, di quel fenomeno della natura che - almeno in Sud America - non ha eguali!
Se ancora non avete visto con i vostri occhi ciò di cui sto parlando, provate ad immaginare un insieme di cascate - ben 275! - che si susseguono una dopo l'altra per quasi tre chilometri, crea…

Buenos Aires, la mia guida alla capitale dell'Argentina

Immagine
Gente che appassionatamente balla il tango per strada. Ragazzini che rincorrono un pallone, indossando le maglie dei più celebri giocatori del Boca Juniors. L'odore penetrante e pungente del mate che pervade le vie della città, perché c'è sempre qualcuno che versa acqua nel porongo. E poi l'asado, la carne forse più famosa al mondo, che al solo pensiero fa venire l'acquolina in bocca. Buenos Aires è nota per tutto questo, ma è una capitale immensa (di uno Stato altrettanto immenso - l'Argentina!) che nei suoi oltre 200 kmq custodisce ed offre anche ben altro.




Il mio primo lungo viaggio in Sud America è iniziato proprio a Buenos Aires, dove ho trascorso cinque entusiasmanti giorni che, purtroppo, sono volati in un batter d'occhio. Quando a malincuore - nonostante fossi consapevole di tutto ciò che mi aspettava sulle Ande nei quattro mesi a venire - ho lasciato la capitale argentina, continuavo a ripetermi che dovevo tornare, presto o tardi. E alla fine, neanche…

Argentina fai da te: itinerario di 10 giorni nel nord-ovest

Immagine
Dopo Buenos Aires (di cui ho scritto qui) e le Cascate di Iguazù (di cui invece ho scritto qui), ho raggiunto Salta ed una manciata di villaggi del nord-ovest argentino. Devo ammettere che prima di partire non avevo grandi aspettative su questa regione del Paese e non pensavo sarebbe rientrata tra i pezzi forti del mio primo lungo viaggio in Sud America. Una volta giunta a destinazione ho però dovuto ricredermi, grazie al fatto che ho trovato una bella città coloniale e dei raccolti ma vivaci centri abitati incastonati tra montagne colorate, dove per la prima volta ho scorto lama ed alpaca e quei volti dai tratti andini dagli intensi occhi neri. In questo post  riassumo quello che è stato il mio itinerario, che può essere uno spunto per chi ha a disposizione una decina di giorni e vuole muoversi in autonomia, facendo affidamento per lo più sui mezzi pubblici!

Sottolineo fin da subito che - secondo me - il percorso è la perfetta prosecuzione di un soggiorno a Buenos Aires e alle Casca…

Ma esistono ancora isole tranquille e poco frequentate in Thailandia?

Immagine
Ma esistono ancora isole tranquille e poco frequentate in Thailandia? Mentre organizzavo il mio itinerario nel Paese mi sarò posta questa domanda minimo cento volte, perché proprio non volevo trovarmi a condividere con migliaia di persone i dieci giorni che avevo deciso di trascorrere tra spiagge paradisiache e acque cristalline, che ero certa avrei trovato in quell'angolo di mondo dove intendevo riprendere fiato prima di tornare a casa dopo quasi due mesi di viaggio.

Non pensate che io sia una di quelle persone che non si accontentano, perché proprio non è cosi: semplicemente la mia idea di mare non contempla file e file di ombrelloni e lettini con tanto di vicini schiamazzanti che poi in massa si spostano in acqua, chiaramente mai silenziosi e sempre pronti a tuffarsi senza badare a chi si trova lì e vuole solo rilassarsi. Ciò che cerco - ogni volta che mi muovo verso lidi lontani - è infatti semplicemente un angolino quieto, magari sotto una palma, dove posso sdraiarmi su un t…