Dove dormire a Rio Dulce: vi consiglio El Tortugal!

Devo ammettere che ho avuto qualche difficoltà nella scelta della struttura in cui soggiornare a Rio Dulce, in Guatemala. Innanzitutto, sui maggiori siti di prenotazione on-line ho notato che c'è davvero poca scelta per chi viaggia low-budget e poi in generale il rapporto qualità/prezzo delle diverse strutture mi è sembrato piuttosto basso. 

Mi sono dunque rivolta a chi a Rio Dulce c'era già stato. E' così che ho scoperto El Tortugal, un eco-lodge - consigliato tra l'altro anche da Lonely Planet - che si trova sul Lago Izabal, fuori dal centro abitato ma collegato ad esso da un sentiero di circa un chilometro che passa in mezzo alla foresta, tra l'altro facilmente percorribile

Personalmente ero alla ricerca di una sistemazione che offrisse un ambiente tranquillo nel quale trascorrere qualche giorno rilassante, senza essere totalmente isolata dalla città, che col senno di poi per me sarebbe stata davvero troppo caotica, almeno in quel momento ovvero quasi al termine di un viaggio di due mesi. Considerando la sua ubicazione, devo dire che la struttura mi è subito sembrata perfetta!

In ogni caso, se proprio durante i giorni della mia permanenza non avessi voluto fare neanche quattro passi, sapevo che avrei potuto usufruire dei passaggi in barca offerti gratuitamente ad orari prestabiliti. Questo aspetto per me - che viaggiavo low budget - non era del tutto indifferente, anche perché molti hotel/ostelli della zona hanno questo tipo di servizio ma a pagamento.

Altra questione sulla quale ho riflettuto è la presenza di un ristorante in loco, soprattutto per la colazione e la cena. Al mattino infatti volevo prendermela con comodo prima di uscire per qualche escursione e di sera non mi andava di dover mangiare troppo presto e di fretta perché una volta calato il sole sarebbe potuto essere problematico rientrare. Appurato che il menù non fosse pessimo e che i prezzi non fossero troppo alti, mi è sembrato ideale anche sotto questo aspetto!

La presenza di una piccola marina con dei moli sui quali trascorrere il tempo, a ridosso del lago e della foresta, mi era poi sembrata davvero il massimo, abituata com'ero a dormire in semplicissimi ostelli. Non parliamo poi del fatto che vengono messi a disposizione degli ospiti - sempre gratuitamente - delle canoe, con le quali è bellissimo esplorare i dintorni.

Ho quindi contattato via mail la struttura, intenzionata a prenotare di lì a breve la cosiddetta Casa Natural. Purtroppo già poche ore dopo mi è stato comunicato che quel tipo di sistemazione sarebbe stata disponibile solo l'ultimo giorno della mia permanenza, ma che i primi due giorni potevo stare nel Ranchito. 

Alla fine ho comunque deciso di andare al Tortugal e credo che non potessi fare scelta migliore, anche se per dormire ho speso circa 10 Euro a notte ovvero quasi il doppio rispetto ad altri posti dove sono stata in Guatemala. Entrambe le opzioni, comunque, si sono rivelate fantastiche. La casa natural altro non è che una specie di bungalow in bamboo con tanto di zona relax; il Ranchito invece è un dormitorio all'aperto costituito da quattro letti, ideale per chi come me cerca il contatto con la natura, perché consente di addormentarsi e di svegliarsi ascoltando il canto degli uccelli ed il fruscio dell'acqua che scorre.

Se mi trovassi in Guatemala, non avrei dubbi... A Rio Dulce, sceglierei El Tortugal altre cento volte!

Sito internet: www.tortugal.com



Per vedere qualche scatto di Rio Dulce e della navigazione fino a Livingston segui i link e se ti va metti mi piace sulla pagina facebook di My way, around the world.






Commenti